Oreste

Oreste

Autore: Di Giuseppe Riccardo
Disegni: C. Flore ed E. Mitrovic ©
Introduzioni: F.Pratesi e A.Canu
Editore: Pandion
Anno: 2016

Prezzo: €12,00

Una storia per conoscere la natura. Dato che esso viene geograficamente definito “Terra”, il personaggio del libro di Riccardo di Giuseppe – valoroso responsabile e guida dell’Oasi WWF di Macchiagrande sul litorale laziale – è un essere che con la terra (nel senso di “suolo”, “terriccio”, “humus” eccetera) ha un intimo e felice rapporto.

Il verme Oreste, un lombrico che, a differenza dei consimili, dispone di grandi e intelligenti occhi, è il protagonista di questa favola che ha per palcoscenico l’ambiente stupendo e composito di Macchiagrande, un territorio protetto che contiene tutti gli ambienti naturali che la costa tirrenica possa offrire: così la foresta sempreverde, la macchia mediterranea, la duna sabbiosa, i prati aridi, le palude e lo stagno sono gli scenari in cui l’avventura dell’intraprendente Oreste si svolge. Ma la schiera degli attori e dei personaggi animali che accompagnano Oreste è arricchita e completata da personaggi umani e benevoli, come il ragazzo Riki, che partecipa con Oreste a tante avventure contro i nemici. Che sono tanti: dai bracconieri agli inquinatori che da ogni parte minacciano l’Oasi e i suoi abitanti a due e quattro zampe. Ma sarà proprio Oreste a trovare la soluzione magica… Il racconto, già gradevole e appassionante di suo, è poi l’occasione per parlare dei tanti accorgimenti e meccanismi che, utilizzando i modelli e i processi ecologici della natura, rendono il testo folto di spunti, insegnamenti, consigli e ammonimenti che arricchiscono la storia e appassionano il lettore.
Fulco Pratesi – Presidente Onorario WWF Italia

Oreste è l’unico lombrico al mondo ad avere due grandi occhi. Il suo sogno è quello di diventare un grande esploratore. Un giorno decide di sfidare i suoi lombricompagni e di avventurarsi, da solo, nel bosco misterioso dell’oasi WWF di Macchiagrande. Sarà un’esperienza indimenticabile per lui! Tra pericoli, colpi di scena e incontri inaspettati sarà un viaggio avvincente tra scienza e natura. In un finale a dir poco sorprendente, proprio grazie a lui, un piccolo lombrico ficcanaso, il legame tra uomini, animali e piante sarà di nuovo saldo.
(Con schede didattiche e pagine di approfondimento per lavoro in classe)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *